Bisogno di liquidità – Usufrutto e Nuda Proprietà

Se hai bisogno di liquidità e non vuoi separarti dal tuo immobile leggi l’articolo

Se hai bisogno di liquidità ma non vuoi vendere la tua abitazione, esiste un istituto di legge che prevede la vendita del solo “diritto di proprietà” separandolo dal “godimento del bene”

In poche parole è possibile ricevere una somma di denaro in cambio solo del proprio diritto, quindi usufruendo dell’immobile vita natural durante (in genere).

Tratteremo l’usufrutto di beni immobili, essendo previsto dalla legge  anche per beni mobili e mobili registrati.

L’usufrutto consente di godere di un bene altrui e trarne i frutti, rispettando la destinazione economica del bene stesso ciò significa che è possibile vendere l’immobile in cui si abita riservandosi il diritto di usufrutto, che è a termine e che detto termine non può mai superare la vita dell’usufruttuario.

Tale vendita è molto usata nel caso in cui l’immobile sia abitato da una persona anziana, che non vuole spostarsi/trasferirsi e che potrebbe aver bisogno di liquidità. Naturalmente il valore dell’immobile viene calcolato in base ad una tabella (che trovi in fondo alla pagina) dove all’aumentare dell’età dell’usufruttuario diminuisce il coefficiente di sconto sul valore dell’immobile.

Il diritto di usufrutto può essere ceduto, ipotecato e locato….. ovvero puoi mettere in locazione l’immobile del quale sei proprietario del diritto di usufrutto e percepirne il reddito.

L’usufrutto può essere congiuntivo nel caso in cui i proprietari originali fossero due o più (es. moglie e marito) o successivo e quindi riservandolo a più persone viventi al momento della costituzione.

Nel godimento del bene, l’usufruttuario deve usare la diligenza del buon padre di famiglie, e può essere causa di estinzione del diritto di usufrutto una cattiva manutenzione del bene oggetto di usufrutto.

Il nudo proprietario non percepisce redditi dall’immobile ed ha il vantaggio di non dover pagare nessuna imposta al ricongiungimento della nuda proprietà con l’usufrutto; tutti gli oneri fiscali (IRPEF e IMU) rimangono a carico dell’usufruttuario.

Se vuoi approfondire l’argomento per la vendita del tuo immobile puoi contattarmi per una consulenza, dove ti spiegherò meglio tutte le caratteristiche di questo istituto e valuteremo insieme l’operazione immobiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *